Civiltà Numeriche: trent’anni di RezzaMastrella

CIVILTÀ NUMERICHE

dal 13 dicembre 2016 al 15 gennaio 2017

Un mese intero non basta per festeggiare i trenta anni di attività artistica di Rezza Mastrella. Dal teatro all’arte figurativa, dalla fotografia al cinema alla letteratura, Antonio e Flavia sono ideatori di un irripetibile percorso riconosciuto in ambito nazionale e internazionale. Il primo, immancabile e attesissimo appuntamento è a partire dal tredici dicembre con la presentazione di Civiltà Numeriche gli ultimi tre spettacoli di Rezza Mastrella:

“In coincidenza con il trentesimo anno di contraddittoria ma estenuante attività, presentiamo al Teatro Vascello di Roma le ultime tre opere 7-14-21-28, FRATTO_X e ANELANTE per contrastare con uno sprint inaspettato la catastrofe che ci ruota intorno.”

Altro appuntamento d’eccezione sempre nel mese di dicembre è, in prima nazionale, la proiezione del film Milano Via Padova prevista il 18 dicembre al Cinema Apollo 11 e da gennaio al Nuovo Cinema Palazzo. A confermare i tratti dell’indipendenza e dell’avanguardia, è un’inchiesta dal retrogusto ironico-antropologico, un film prodotto e distribuito in autonomia dove spicca il lavoro di persuasione svolto negli anni dai mass media sul modo di pensare della popolazione.

“Ci sembrava giusto in tale circostanza augurarci l’ergastolo e continuare a consegnare ai nostri sostenitori il Teatro Involontario e il Cinema Su Misura. Questi trent’anni che per noi hanno un significato astratto, ci riportano li dove abbiamo cominciato: fare ritmo attraverso il riso diabolico con tutti i mezzi di comunicazione disponibili. In tutti i luoghi.” Antonio Rezza e Flavia Mastrella

 


dal 13 al 18 dicembre 2016
7 14 21 28

7-14-21-28-foto-g-mazzi

di Flavia Mastrella Antonio Rezza
con Antonio Rezza
e con Ivan Bellavista
(mai) scritto da Antonio Rezza
Habitat di Flavia Mastrella
produzione RezzaMastrella – La Fabbrica dell’Attore Teatro Vascello – Fondazione TPE

Civiltà numeriche a confronto.
La sconfitta definitiva del significato.
Oscillazioni e tentennamenti in ideogramma mobile.

Qualcuno poteva forse pensare che, col trascorrere degli anni, il fenomeno Antonio Rezza – Flavia Mastrella fosse destinato a trovare un po’ di pace, se non il senso della ragione; e invece questa ragione ha sviluppato i suoi artigli fino a raggiungere la follia pura, ma elaborando il pensiero con un’acutezza così forsennatamente logica da fare a pezzi la sedicente realtà, assunta e cavalcata con criteri rigorosamente matematici. Franco Quadri


dal 20 al 31 dicembre 2016
FRATTO_X

frattox_-foto-giulio-mazzi594__mg_6378

di Flavia Mastrella Antonio Rezza
con Antonio Rezza
e con Ivan Bellavista
(mai) scritto da Antonio Rezza
Habitat di Flavia Mastrella
produzione RezzaMastrella – La Fabbrica dell’Attore Teatro Vascello – Fondazione TPE
Si può parlare con qualcuno che ti dà la voce? Si può rispondere con la stessa voce di chi fa la domanda? L’habitat Fratto_X è un impeto da suggestioni fotografiche. Le immagini raccontano la strada che corre e l’impossibilità di agire.

Riuscireste a immaginare la metafisica spiegata da Achille Campanile? Se ciò potesse accadere, il suo folle effetto si avvicinerebbe all’ultima creazione teatrale di Antonio Rezza e Flavia Mastrella, e cioè a una stralunata rappresentazione dell’Uomo alle prese con il puro Assurdo. Osvaldo Guerrieri


dal 3 al 15 gennaio 2017
ANELANTE

anelante-9-antonio-rezza-rezzamastrella-foto-f-m
di Flavia Mastrella Antonio Rezza
con Antonio Rezza
e con Ivan Bellavista, Manolo Muoio,
Chiara A. Perrini, Enzo Di Norscia
(mai) scritto da Antonio Rezza
Habitat di Flavia Mastrella
produzione RezzaMastrella – La Fabbrica dell’Attore Teatro Vascello – Fondazione TPE
Image
In uno spazio privo di volume, il muro piatto chiude alla vista la carne rituale che esplode e si ribella. Spazio alla logorrea, dissenteria della bocca in avaria, scarico intestinale dalla parte meno congeniale.

E’ impressionante la padronanza con cui governano quel caos organizzato, senza mai perdere il controllo. E il loro furore iconoclasta non ha un attimo di cedimento, mantiene la stessa acre tensione dal principio alla fine.
Renato Palazzi


dal 13 dicembre 2016 al 15 gennaio 2017
TEATRO VASCELLO _ Via Giacinto Carini, 78 Roma
www.teatrovascello.it
www.rezzamastrella.com

rezzamastrella-milano-via-padova-foto-i-talarico-_
MILANO, VIA PADOVA
di Flavia Mastrella Antonio Rezza
condotto e galoppato da Antonio Rezza
ispirazione metafisica Alessandro Massi
interprete multilingua Adil Bahir
immagini Marco Tani, Flavia Mastrella
presa diretta Massimo Simonetti
montaggio Barbara Faonio
produzione RezzaMastrella
con la collaborazione della
Fondazione Gaetano Bertini Malgarini Onlus

dal 18 dicembre al 23 dicembre al Cinema Apollo 11 e da gennaio al Nuovo Cinema Palazzo

Category:

Share: